IL NUOVO VACCINO CONTRO LO PNEUMOCOCCO

Perché ottenere il vaccino contro lo pneumococco?

Il termine infezione da pneumococco in medicina è inteso come un complesso di diverse malattie che hanno una cosa in comune: la causa del loro aspetto è il batterio pneumococco. Questi includono polmonite, meningite purulenta, otite media acuta, pleurite, endocardite, artrite. Le patologie elencate rappresentano un grave pericolo per la salute di adulti e bambini, minacciate di complicazioni e conseguenze irreversibili.

Di norma, l'attivazione di questo tipo di batteri si verifica con una diminuzione dell'immunità sullo sfondo di malattie passate, ad esempio otite media, morbillo, influenza e persino un comune raffreddore. Per evitare che lo pneumococco causi gravi danni al corpo, si consiglia di adottare misure preventive. L'opzione migliore per quest'ultimo è la vaccinazione contro l'infezione da pneumococco, che viene somministrata ai bambini. Ora è incluso nel calendario delle vaccinazioni di routine, ma i genitori possono rifiutarlo.

Contenuto dell'articolo

Quando è il vaccino contro le infezioni da pneumococco?

Perché ottenere il vaccino contro lo pneumococco?

Dal 2014, tale vaccino è stato incluso nel calendario nazionale delle vaccinazioni della Federazione Russa. I genitori possono scegliere tra due vaccini: Pneumo-23 , prodotto in Francia, e Prevenar, prodotto negli Stati Uniti. Entrambi sono efficaci, altamente immunogenici e raramente causano effetti collaterali. Ma ci sono alcune differenze di temporizzazione.

Ad esempio, Prevenar può essere applicato a bambini a partire dai 2 mesi di età e Pneumo-23 - solo a partire da 2 anni. Tuttavia, gli studi confermano che esiste un'alta probabilità di infezione con questo tipo di batteri precisamente fino a 2 anni di età. Di conseguenza, è preferibile il nuovo vaccino Prevenar .

Lo mettono secondo il seguente schema: 3 mesi, 4,5 mesi, 6 mesi, 1,5 anni - rivaccinazione.

Prevenar può essere tranquillamente combinato con vaccini diversi dal BCG. Osservando questo schema, l'immunità del bambino si formerà anche prima che raggiunga i 2 anni. Anche se il bambino viene infettato, le malattie infettive passeranno facilmente e senza conseguenze per la salute. In considerazione di ciò, i genitori non sono invitati a rifiutare la vaccinazione. Inoltre, le reazioni avverse alle vaccinazioni sono rare.

Reazione dei bambini al vaccino contro lo pneumococco

Il vaccino non causa effetti collaterali speciali. Tutte le manifestazioni negative che possonosi verificano dopo l'iniezione sono tipici di tutti i tipi di vaccinazioni.

Durante 2-3 giorni dal momento dell'iniezione, si possono osservare le seguenti condizioni:

  1. Nodulo, rossore caratteristico, sensazioni dolorose nel sito di iniezione. I bambini di età inferiore a 2 anni vengono iniettati nella superficie anterolaterale della coscia, i bambini più grandi - nel terzo superiore della spalla. Il vaccino viene somministrato per via intramuscolare;
  2. Un leggero aumento della temperatura è estremamente raro;
  3. Brividi;
  4. Sonnolenza o, al contrario, insonnia, letargia, irritabilità, pianto, perdita di appetito.
Perché ottenere il vaccino contro lo pneumococco?

Le reazioni negative elencate sono abbastanza rare: locale - nel 5% di casi, temperatura - nel 1%. Inoltre, passano tutti rapidamente, entro un giorno.

Il medico deve mostrare ai genitori come prendersi cura adeguatamente del sito di iniezione del vaccino, e questo vale non solo per le procedure idriche. È anche consentito bagnare il vaccino. Ma è severamente vietato imbrattare e trattare quest'area con qualsiasi cosa: non puoi usare verde brillante, iodio e altri antisettici. Compresse e patch non sono consigliate.

Se la temperatura corporea supera i 38 ° C, è consentito somministrare al bambino un antipiretico ( Panadol , Nurofen ). Se il bambino diventa più irritabile o letargico, sarà necessario prestare maggiore attenzione a lui.

Quando le reazioni negative elencate non scompaiono dopo un giorno o le condizioni del bambino sono ulteriormente aggravate, è necessario consultare urgentemente un pediatra o chiamare un'ambulanza.

Vaccino per la protezione contro l'infezione da pneumococco: chi è controindicato?

Il grande vantaggio di questa vaccinazione è una buona tolleranza, così come il numero minimo di controindicazioni. Accade raramente che il bambino venga posticipato per motivi medici. Al giorno d'oggi, i bambini rimangono non vaccinati principalmente a causa del rifiuto dei loro genitori.

Le controindicazioni includono le seguenti condizioni:

  • Intolleranza individuale, allergia ai componenti del farmaco. Questo accade abbastanza raramente. Se il bambino ha reagito molto male alla prima iniezione, le vaccinazioni successive vengono annullate;
  • La presenza di una malattia nel periodo acuto del decorso, compreso un comune raffreddore;
  • Aggravamento di eventuali patologie croniche;
  • Aumento della temperatura corporea. Anche se il termometro non supera i 37 ° C, è necessario posticipare l'evento fino a quando questo indicatore non torna alla normalità.
Perché ottenere il vaccino contro lo pneumococco?

Le ultime tre controindicazioni sono temporanee, ovvero la vaccinazione contro l'infezione da pneumococco viene posticipata fino alla completa guarigione del bambino. Il tuo bambino dovrebbe essere visitato da un pediatra prima dell'iniezione.

Il bambino è malato in questo momento, ha la febbre, come ha reagito alla precedente vaccinazione, ha patologie croniche, ecc.... Solo dopo un esame così approfondito il medico decide se vaccinarlo o rimandarlo per qualche tempo.

Va ​​notato che molti genitori rifiutano questa vaccinazione, temendo lo sviluppo di complicazioni. Tuttavia, lo stesso si può dire per altri vaccini.

Nuovo vaccino: protezione contro l'infezione da pneumococco: possibili complicazioni

Come con altri tipi di vaccinazione, le complicazioni in questo caso non fanno eccezione, quindi devi essere preparato per loro. Va notato che sono piuttosto rari e per lo più solo in forme gravi di allergie e trascuratezza di fattori medici. Il pediatra è responsabile delle condizioni del bambino al momento della somministrazione del vaccino, quindi deve assumersi la responsabilità di identificare i problemi di salute del piccolo paziente.

Se non si seguono le controindicazioni, aumenta la probabilità delle seguenti conseguenze:

  • Esacerbazione di malattie croniche esistenti;
  • Edema di Quincke come grave reazione allergica a uno dei componenti del farmaco. Oltre al principio attivo (polisaccaridi), Prevenar contiene cloruro di sodio e fosfato di alluminio. Pneumo-23 include fosfato e cloruro di sodio, nonché fenolo come conservante;
  • Un aumento significativo della temperatura corporea se il bambino aveva già la febbre quando è stato somministrato il vaccino;
  • Un netto deterioramento dello stato di salute in presenza di infezioni acute.

Le complicanze elencate sono le più gravi di quelle che possono verificarsi con la vaccinazione pneumococcica. Ma sono rari. Inoltre, è del tutto possibile evitare tali conseguenze negative osservando le controindicazioni. Sia il medico che i genitori dovrebbero considerare attentamente le condizioni del bambino al momento della vaccinazione e dopo di essa.

Va ​​anche notato che il rifiuto di vaccinare ha conseguenze più gravi: meningite purulenta, polmonite, otite media acuta, pleurite, artrite ed endocardite.

Le malattie elencate influenzano il corpo e la salute del bambino in modo molto più grave, causano dolore al petto e in altre parti del corpo, febbre e peggiorano notevolmente la salute. È molto più facile seguire misure preventive che trattare ulteriormente tali malattie per lungo tempo e dolorosamente.

Il vaccino contro lo pneumococco è attualmente uno dei più efficaci, è un modo molto efficace per evitare la contaminazione con i batteri e per facilitare il decorso della malattia se compare.

Vaccino contro la polmonite - Dott.ssa Ketty Vaccaro, Resp. del settore Welfare del Censis

Messaggio precedente Da dove viene la paura dei buchi o la tripofobia?
Post successivo Come ripristinare la voce rimpicciolita con la laringite?