Ipotiroidismo - Cause, Sintomi, Diagnosi, Cura

Le principali cause e segni di edema durante la gravidanza

Lo stato di gravidanza influenza fortemente il corpo di ogni donna. In questo momento, al suo interno avvengono molte metamorfosi. Tutti portano principalmente ad un aumento del carico su organi e sistemi. Questo è il motivo per cui può verificarsi malessere o addirittura malattie latenti.

Le principali cause e segni di edema durante la gravidanza

Se c'è una malattia lenta nel corpo, la gravidanza può influenzare la sua manifestazione più vivida.

È consigliabile che una donna, anche nella fase di pianificazione della gravidanza, si sottoponga all'esame più completo del corpo, superi tutti i test necessari, in modo che già durante il trasporto di un bambino non abbia difficoltà a causa di una malattia non trattata, perché possono essere pericolosi sia per la futura mamma che per il feto.

Una delle condizioni problematiche che si presentano durante questo periodo della vita di una donna è l'edema. Di regola, si verificano in ogni donna incinta, alcune più pronunciate, altre meno.

Di solito, al di fuori della gravidanza, questo fenomeno è un sintomo di una malattia associata al sistema cardiovascolare o ai reni. Ma vale la pena notare che in posizione può anche sorgere per questi motivi.

Oltre ai gonfiori evidenti visibili ad occhio nudo, possono comparire anche quelli latenti (interni), che sono più pericolosi. In medicina, sono chiamate pastosità dei tessuti.

Sintomi di edema latente ed evidente durante la gravidanza:

  • Il segno principale dell'edema interno è un aumento di peso irregolare. Nel terzo trimestre, una donna dovrebbe aggiungere 300 g a settimana, ma se questa cifra oscilla o diventa molto più alta, il suo sistema per rimuovere i liquidi dal corpo è decisamente disturbato;
  • Le scarpe abituali e logore da molto tempo iniziano a scuotere i piedi;
  • Gli anelli sono difficili da rimuovere o per niente rimossi dalle mani.

La difficoltà di diagnosticare l'edema latente è dovuta al fatto che la loro presenza può essere determinata solo da un aumento di peso irregolare o eccessivo.

Per confermare questo fenomeno, il medico curante può ricorrere a diversi metodi di esame :

  • Pesatura in dinamica. Questa è una procedura obbligatoria che viene eseguita ad ogni appuntamento. È grazie a lei che l'edema nascosto può essere rilevato;
  • Studio della diuresi. L'attività consiste nel confrontare il fluido consumato e quello scaricato. Una persona sana, inclusa una donna incinta, dovrebbe destinare ¾ di ciò che beve. Questo tiene conto non solo di acqua, succhi, tè e altre bevande, ma anche di una varietà di zuppe, verdure succose, frutta e bacche. Questo test è consigliato per 3 giorni consecutivi per ottenere il risultato più accurato;
  • Sono guidati anche da misurazioni in dinamica. Di solito viene misurata la circonferenza della caviglia. Se è aumentato di oltre 1 cm in 1 settimana, allora questo è già un chiaro segno di eccesso di liquido nel corpo;
  • Inoltre, ricorrono spesso al metodo incampione di ghiaccio. Questa procedura è semplice, indolore e non pericolosa. La normale soluzione salina (0,2 ml) viene iniettata nell'area dell'avambraccio. Questo viene fatto con un piccolo ago, risultando in una piccola vescica. Se tutto è in ordine con il corpo, tra un'ora non ce ne sarà traccia.

Le mani spesso si gonfiano durante la gravidanza. Di solito, anche le gambe sono gonfie. Inoltre, questo fenomeno può essere visto sullo stomaco e persino sul viso. Molto spesso, le palpebre sono colpite, perché a causa delle caratteristiche anatomiche assorbono l'acqua in eccesso come una spugna.

Quale può essere il pericolo di edema comparso durante la gravidanza

Le principali cause e segni di edema durante la gravidanza
  • Gestosi. L'edema può essere lo stadio iniziale di questa pericolosa malattia. Di solito una diagnosi preliminare di idropisia viene fatta quando il peso guadagnato supera i 20 kg. Questa condizione può essere trattata e corretta. È molto importante prevenire la successiva comparsa di ipertensione e proteine ​​nelle urine. Se compaiono questi sintomi, la vita del feto è a rischio. Se l'articolazione della caviglia aumenta la circonferenza ed è accompagnata da nefropatia, significa che la gestosi è già al primo stadio. In futuro, potrebbe verificarsi preeclampsia, una condizione sfavorevole del fondo e del cervello, convulsioni, che sono le più pericolose per la vita del bambino nell'utero, perché causano l'invecchiamento precoce della placenta e l'ipossia fetale. Il trattamento è richiesto, di regola, solo nella seconda fase della malattia, cioè quando le proteine ​​compaiono nelle urine e prima che venga eseguita la correzione;
  • Malattie cardiovascolari. Nelle donne con tali patologie, gli arti inferiori di solito si gonfiano e quelli superiori rimangono normali. La condizione è accompagnata da mancanza di respiro, palpitazioni, sudorazione e una sorta di cianosi sul labbro superiore;
  • Malattia renale. Di solito, le dita, le palpebre, il viso si gonfiano durante la gravidanza, accompagnati da patologia ai reni. Le borse appaiono sotto gli occhi. Molto spesso, i medici affermano la glomerulonefrite, una malattia renale di natura immunoallergica. Altre malattie urologiche, inclusa la pielonefrite, non producono edema visibile;
  • Ritenzione idrica nel corpo. Il gonfiore di solito si verifica nelle ultime settimane di gravidanza, poiché il corpo accumula gradualmente acqua nei primi due trimestri. È sufficiente fare un semplice test: premere sulla parte inferiore della gamba davanti. Se la fossa risultante diventa bianca e non si livella immediatamente, questo è un chiaro segno di acqua in eccesso.

Trattamento dell'edema durante la gravidanza

Per eliminare il gonfiore, a seconda di cosa li ha causati, usano medicinali, medicine tradizionali e seguono una dieta.

Le principali cause e segni di edema durante la gravidanza

Sia durante il corso del trattamento che a scopo preventivo, una corretta alimentazione è l'assistente principale. Possiamo dire che è piuttosto dietetico. È molto importante per una donna monitorare il proprio peso durante questo periodo.

Per far funzionare meglio il sistema diuretico, mangia sedano, crescione, mele e prezzemolo in piccolole quantità. Anche l'aglio e le cipolle sono insostituibili, perché contribuiscono a una migliore circolazione sanguigna, ma non dovresti nemmeno essere zelante con loro. Si consigliano le vitamine.

A volte il medico prescrive artificiali, ma puoi sostituirli con prodotti naturali. Particolarmente importanti sono le vitamine E e C, che si trovano in peperoni, patate, pomodori, cavoli, fragole, meloni, anacardi e mandorle, semi di girasole, mais, olio di soia e germe di grano.

Si consiglia di ridurre l'assunzione di sale poiché trattiene i liquidi nel corpo.

Se le mani e le dita sono gonfie, il medico può prescrivere diuretici, ma in piccole quantità e non a lungo. In alcuni casi possono essere prescritte tisane diuretiche, ma vengono anche assunte solo come indicato da un ginecologo.

Come aiuto, vitamine e preparati vengono utilizzati per rafforzare i vasi sanguigni, perché è attraverso di essi che il fluido viene assorbito.

Nonostante l'edema accompagni quasi tutte le donne incinte nelle ultime settimane, è imperativo consultare un medico a riguardo, perché possono essere segni di malattie nascoste, ignorando che possono andare male per se stessa incinta e per il bambino.

Insufficienza venosa e problemi di circolazione delle gambe - Centro Medico Santagostino

Messaggio precedente Perché le labbra di un adulto e di un bambino diventano blu?
Post successivo Come rimuovere rapidamente il gonfiore sul viso?