Intossicazione alimentare: sintomi e rimedi

Come mangiare dopo un'intossicazione alimentare?

L'intossicazione alimentare è una cosa comune, non importa quanto possa sembrare spaventosa. Inoltre, sia i beni economici che quelli costosi preparati in modo inappropriato possono essere di scarsa qualità.

Contenuto dell'articolo

Cosa causa l'avvelenamento e come si manifesta?

Ad esempio, sintomi spiacevoli e caratteristici possono provocare:

Come mangiare dopo un'intossicazione alimentare?
  • uova poco cotte o poco cotte;
  • cibo scarsamente lavato o scaduto;
  • carne e pesce poco cotti;
  • latticini di bassa qualità e loro derivati.

In realtà, letteralmente tutto, anche una mela portata dall'estero o trattata con pesticidi o conservanti, può diventare causa di cattiva salute.

Se sei stato sfortunato con il venditore, o per incuria non hai seguito la tecnica di cottura, non perdere i sintomi principali dell'avvelenamento, che assomigliano a questo:

  • brividi e febbre;
  • nausea e vomito ripetuto;
  • malessere generale e dolore addominale;
  • diarrea, cioè movimenti intestinali fluidi più di 10 volte al giorno.

regole di condotta per l'avvelenamento domestico

Nel caso in cui il disturbo sia di natura lieve, tutto il ripristino della normale attività del corpo può essere effettuato a casa.

Implica le seguenti azioni:

  • Rispetto del completo riposo e attesa del momento della completa autopulizia dell'intestino;
  • Bere molta acqua per prevenire la disidratazione ed eliminare le tossine;
  • Per eliminare l'intossicazione alimentare, vale la pena risciacquare lo stomaco con una soluzione di permanganato di potassio debole;
  • Ricezione di sorbenti in base al tipo di angolo attivato o enterosgel;
  • Si consiglia di utilizzare i probiotici per la riabilitazione della microflora gastrica, ma è meglio farlo dopo aver consultato un medico.

Nelle prime ore dopo la comparsa dei primi sintomi di avvelenamento, ogni 7-12 minuti è necessario bere una piccola quantità di un decotto a base di foglie di menta, camomilla ed erba di San Giovanni, presi in proporzioni uguali.

CHE COSA È IMMEDIATAMENTE?

Come mangiare dopo un'intossicazione alimentare?

Il primo giorno, si consiglia di rifiutare completamente l'alimentazione dopo una grave intossicazione alimentare e di ridurla al minimo. Si consiglia di bere solo il brodo sopra indicato e di mangiare una fetta di pane tostato.

La mattina dopo, il corpo ha bisogno di essere nutrito con vitamina C, per la quale vale la pena prepararsi un tè nero debole senza zucchero e aromatizzarlo con una fetta di limone.

Questa dieta a digiuno di due giorni dovrebbe passare agevolmente alla normale alimentazione.

Per fare questo, il terzo giorno, è necessario cucinare porridge di riso liquido, mangiare cibi con un alto contenuto di bifidobatteri (latte acido), appoggiarsi su verdure bollite o al vapore, frutta al forno, cereali magri e tè.

Nel caso in cui una persona abbia appetito, la sua assunzione con la dieta dopo una grave intossicazione alimentare dovrebbe essere estremamente semplice e facile. Ad esempio, dovresti mangiare spesso, ma in porzioni molto piccole, prepararti pasti liquidi e facilmente digeribili, bere molti liquidi ed evitare cibi che possono provocare fermentazioni nell'intestino o nello stomaco.

Tale alimentazione consente di scaricare al massimo il tratto gastrointestinale, dandogli l'opportunità di riprendersi dallo shock e di acquisire forza per digerire ulteriormente cibi familiari. Se non c'è affatto appetito, non è necessario provare a mangiare attraverso Non voglio , è meglio osservare il regime idrico ed evitare la disidratazione.

TRE GIORNI DI CIBO

Mangiare dopo un'intossicazione alimentare domestica, progettato per un rapido recupero di tre giorni, ha questo aspetto:

  • I piatti si consumano solo allo stato caldo e frullato;
  • Tutti gli ingredienti devono essere adeguatamente trattati termicamente, ma non fritti;
  • Devi mangiare frazionatamente: spesso ea poco a poco;
  • Bevi molti liquidi, in particolare decotti alle erbe.

In generale, il cibo in caso di avvelenamento ha questo aspetto:

Come mangiare dopo un'intossicazione alimentare?
  • infuso di rosa canina;
  • barbabietola e altri succhi di verdure fresche;
  • purè di carote;
  • decotti di cereali;
  • Tè fortemente preparati;
  • brodi cucinati sulla base di vitello giovane o parti magre di carcassa di pollo;
  • composte a base di frutta secca;
  • mele al forno;
  • qualsiasi alimento liquido.

La dieta dovrebbe essere diversificata con crauti con olio vegetale, purea di piselli, zuppe e borsch magro con arrosto al vapore.

Menu settimanale

Una dieta di sette giorni dopo l'avvelenamento domestico implica l'eliminazione di tali alimenti:

  • tipi di carne, salsicce e prodotti ittici grassi;
  • carni affumicate;
  • cibo in scatola e latte fresco;
  • porridge pesante come orzo e yachka;
  • cacao e crema pasticcera / rasha creato il caffè;
  • frutta, pasticceria e pasticceria;
  • alcol;
  • qualsiasi cibo grasso, piccante o salato.

consigli di cibo vintage

Per evitare l'intossicazione alimentare per la prima o la prossima volta, considera i seguenti punti:

  • lavarsi le mani e gli ingredienti prima di preparare il cibo;
  • non mangiare cibi crudi: non bere uova crude, ad esempio, e non lasciarti trasportare dal sushi;
  • lavare coscienziosamente tutti gli utensili da cucina;
  • non lesinare sui prodotti acquistando articoli in scadenza.

I nostri antenati hanno iniziato a ripristinare la nutrizione dopo l'avvelenamento domestico con la seguente ricetta:

Come mangiare dopo un'intossicazione alimentare?
  • Abbiamo fatto bollire un bicchiere di riso in un grande volume d'acqua, ottenendo la formazione di un liquido torbido e viscoso;
  • Filtrare l'infuso al setaccio e bere subito 125 ml di prodotto;
  • Un'ora dopo, hanno mangiato un po 'dello stesso porridge, mangiandolo con una fetta di pane nero;
  • Dopo un breve riposo, mangiarono di nuovo porridge e pane.

Per evitare intossicazioni alimentari, pianifica attentamente la tua lista della spesa, acquistale presso punti vendita fidati, non risparmiare e cerca di impostare date di scadenza esatte.

Considerando tutto ciò, non dovrai provare il cibo per te stesso dopo essere stato avvelenato da cibo preparato in modo improprio e conoscere tutte le delizie associate ai problemi nutrizionali nel tratto digestivo.

6 cibi da evitare secondo l'esperto di intossicazioni alimentari #salute

Messaggio precedente Reggiseni taglie forti: imparare a scegliere un modello comodo
Post successivo Salsa allo stomaco di pollo