Il Mio Medico - Cisti ovariche: sono pericolose?

Cisti ovarica funzionale

Una cisti ovarica funzionale è un problema ginecologico comune che nella maggior parte dei casi scompare da solo. Sorprendentemente, molte donne non sono nemmeno consapevoli di esservi esposte.

Cisti ovarica funzionale

Tradotta dal greco, questa parola spaventosa che ogni donna ha paura di sentire significa una bolla o una borsa. In realtà, questo caratterizza completamente il fenomeno doloroso. Una cisti è una neoplasia sotto forma di una vescica piena di contenuti liquidi o semiliquidi. Formandosi nelle ovaie, aumenta il suo volume più volte.

Tra tutti i tipi di cisti ovariche, quelle funzionali (chiamate anche follicolari o ordinarie) sono le più comuni. E come già accennato, nella maggior parte dei casi non richiedono un intervento medico o chirurgico. Anche se, come ogni malattia, deve essere diagnosticata e monitorata dai medici.

Contenuto dell'articolo

Malattia o norma?

La domanda sorge spesso: se si verifica così spesso e se ne va da solo, può dichiararlo la norma e non preoccuparsene? Ma sebbene possa apparire in una donna completamente sana, non tutti sono suscettibili ad esso, il che significa che dovrebbe comunque essere considerato una malattia.

La funzione riproduttiva è inerente all'uomo e alla donna per natura. Non analizzeremo come ciò avvenga negli uomini, ora siamo interessati al sistema riproduttivo femminile.

Quando una donna è sana, tutto accade così:

  • mensilmente nel follicolo - una specie di vescica, l'uovo matura;
  • il 14-15 ° giorno, la vescica scoppia e l'uovo lascia la tuba di Falloppio - questo è chiamato ovulazione;
  • se l'ovulo incontra lo sperma, si verifica una gravidanza;
  • in caso contrario, in altri 12-14 giorni si verificano le mestruazioni;
  • e un nuovo uovo sta maturando in una nuova bolla.

In caso di comparsa di una cisti, il follicolo non scoppia a tempo debito e l'ovulazione non si verifica. Nel frattempo, la bolla continua a svilupparsi e crescere, riempiendosi di liquido. Le ragioni del malfunzionamento delle ovaie e della formazione di una cisti funzionale, i medici non possono dirlo con certezza, ma tradizionalmente incolpano i picchi ormonali.

Allo stesso tempo, una cisti ovarica funzionale non dà sintomi evidenti. FUna donna vive tranquilla, senza nemmeno sospettare che qualcosa stia andando storto nel suo corpo. Solo a volte la formazione provoca spiacevoli sensazioni di trazione nell'addome inferiore e interrompe il ciclo mestruale.

Pertanto, con un ritardo delle mestruazioni, si può sospettare lo sviluppo di una cisti ovarica funzionale. Molto spesso, questo problema viene scoperto per caso: durante un'ecografia programmata o durante il trattamento di un altro problema ginecologico.

Controversia medica: andrà via o curerà?

Poiché una cisti ovarica funzionale non rappresenta una minaccia significativa per la salute, la domanda è se trattarla o aspettare che passi da sola, i medici dividono approssimativamente la metà nel mezzo. Allo stesso tempo, ognuno porta le proprie argomentazioni. Alcuni credono che non sia necessario trattare.

La solita osservazione di una donna per il suo periodo e l'ecografia ripetuta un mese dopo il rilevamento della formazione sono sufficienti. Altri sostengono che ci sono conseguenze se non trattate. Infatti, anche dall'immagine su un'ecografia, non tutti gli specialisti possono affermare con sicurezza che si tratta di una normale neoplasia funzionale, e non di qualcos'altro, come accade nel novanta per cento su cento.

E il restante dieci percento? In altri casi, può essere qualsiasi cosa, dai tumori ad altri tipi di cisti che portano a infertilità e sanguinamento.

Eppure, ogni medico è semplicemente obbligato a prescrivere un riesame. Di solito si verifica in un mese, il 5-7 ° giorno dall'inizio delle mestruazioni. E poi tutto dipende dai risultati. Se le dinamiche sono positive - la neoplasia è scomparsa o è diminuita di dimensioni, non devi preoccuparti. E se le dimensioni sono le stesse o la bolla è aumentata di dimensioni, non è possibile evitare ulteriori esami.

Questo esame include test obbligatori, nonché un esame del sangue per l'oncologia e un appuntamento con un endocrinologo per cercare disturbi ormonali.

Inconveniente aggiuntivo

C'è un'altra complicazione a cui può portare una neoplasia funzionale, soprattutto se ha raggiunto una grande dimensione. Ad esempio, può torcersi o rompersi. Questo è accompagnato da dolore addominale, febbre e sanguinamento. Quindi l'intervento dei medici non può essere evitato.

A volte, quando la neoplasia è dolorosa, durante il periodo di osservazione possono essere prescritti antidolorifici. Naturalmente, l'esercizio fisico attivo e il rapporto sessuale sono vietati. Le cisti funzionali vengono trattate con ormoni.

Dovrebbero sopprimere l'ormone follicolo-stimolante e inibire la funzione di maturazione degli ovociti. Tale trattamento dura fino a sei mesi. Se non dà frutti o la neoplasia è troppo grande, i medici decidono di rimuoverla.

La rimozione avviene mediante laparoscopia, con il prelievo simultaneo di materiale per l'esame delle cellule tumorali. A volte, se il paziente è troppo giovaneode, la laparoscopia è sostituita dalla puntura. In questo caso, invece del liquido pompato, viene introdotto alcol nella cavità della bolla per arrestare ulteriormente la formazione di cisti.

Come evitare le cisti?

Le raccomandazioni per la prevenzione sono le più generali, poiché le cause e la natura del comportamento scorretto di un uovo maturo non sono state chiarite. Fondamentalmente, si consiglia di condurre uno stile di vita completamente sano. Meno stress, alcol, sigarette e più verdura, sport e buon sonno, e quindi è possibile che un tale fenomeno come una cisti ovarica funzionale rimanga una malattia sconosciuta per te. Anche se non esiste una garanzia al 100%.

Per quanto riguarda le donne che sono regolarmente suscettibili a tale malattia, si consiglia loro di bere un ciclo di contraccettivi, che possono influire positivamente sul funzionamento del sistema riproduttivo.

Gravidanza con cisti ovarica funzionale

Devo dire che questo è del tutto possibile. La bolla potrebbe essersi formata prima che la donna rimanesse incinta. E potrebbe essersi verificato un insufficienza ormonale , in cui la seconda ovaia ha ovulato. In questo caso la donna ha bisogno, soprattutto nel primo trimestre di gravidanza, di essere sotto costante controllo medico.

Inoltre, se la neoplasia non è scomparsa, come spesso accade, o se le sue dimensioni superano i dieci centimetri, allora, nonostante la minaccia di aborto spontaneo, viene presa una decisione sull'operazione. Altrimenti, la cisti minaccia di complicazioni per la salute futura del bambino e della donna incinta, oltre al fatto che le appendici della neoplasia possono bloccare il canale del parto. Il periodo ottimale per la laparoscopia è di 16-18 settimane di gravidanza.

In conclusione, vorrei sottolineare che per qualsiasi deviazione nella salute della donna che si riscontra, o sintomi come mestruazioni ritardate o dolore al basso ventre, è sempre meglio consultare un medico ed essere visitati.

E anche se hai una cisti ovarica funzionante, questo non è motivo di disperazione. Mantieni un atteggiamento positivo: questa è la cura principale per qualsiasi malattia in ogni momento e sarai sicuramente curato!

Cisti ovariche: parla lo specialista Flocco

Messaggio precedente Salsa di pesce fritto: le migliori ricette
Post successivo Olio di visone: composizione, proprietà utili, applicazione e controindicazioni