Crampi al Polpaccio Notturni: Come Interromperli e Prevenirli

Crampi muscolari al polpaccio

I crampi muscolari al polpaccio appartengono a un gruppo di patologie chiamate mioclono. Ciò include anche gli spasmi dei muscoli della coscia. In questo caso, c'è uno spasmo dei muscoli delle gambe e non c'è perdita di coscienza. Questo fenomeno è causato da una violazione del sistema extrapiramidale del cervello, provocata da una diminuzione del livello di calcio nel sangue e da altre patologie concomitanti.

Crampi muscolari al polpaccio

Le convulsioni sono contrazioni involontarie e spontanee di alcuni muscoli (uno o un gruppo), provocate da impulsi cerebrali.

In alcuni casi, le convulsioni sono un segno di gravi patologie non solo nel sistema nervoso centrale, ma anche in altri organi e sistemi del corpo umano.

Spesso i medici hanno paura di un tale sintomo, poiché è estremamente difficile fermare la sindrome convulsiva.

Le complicazioni provocate dalle convulsioni a volte portano a una disabilità persistente. Nei casi in cui tale spasmo muscolare si verifica raramente (una volta ogni pochi mesi), questo può essere un sintomo della malattia. Il verificarsi di convulsioni dovrebbe essere la ragione per visitare un neurologo, poiché dietro questa patologia possono essere nascoste varie diagnosi molto più gravi. Molto spesso, questo sintomo dimostra la gravità della malattia.

Quindi, ad esempio, durante la gravidanza, le convulsioni sono un segno di grave danno cerebrale tossico (eclampsia). Frequenti attacchi convulsivi nei bambini possono essere un presagio di epilessia.

Contenuto dell'articolo

Cause di convulsioni

Motivi delle convulsioni:

  1. Ipossia - mancanza di ossigeno nel corpo nel suo insieme e nell'organo spasmodico, in particolare;
  2. Malformazioni anatomiche del cervello;
  3. Infezioni del tessuto cerebrale e delle sue membrane (meningite, encefalite, ecc.);
  4. Mancanza di potassio, calcio, magnesio, glucosio nel sangue;
  5. SARS e influenza o polmonite, come complicanze;
  6. Lesione cranica alla nascita nei neonati o ipossia durante il travaglio;
  7. Malattie metaboliche nei bambini (fenilchetonuria);
  8. TBI (in caso di incidenti, attacchi, ecc.);
  9. Neoplasie maligne e benigne del cervello;
  10. Epilessia;
  11. Febbre (temperatura elevata);
  12. Tossicosi durante la gravidanza;
  13. Malattie che causano la degenerazione dei tessuti nervosi (sclerosi multipla, encefalomielite);
  14. Intossicazione acuta da farmaci;
  15. Violazione del metabolismo del sale marino (di solito si verifica con la disidratazione).

Il fattore della predisposizione ereditaria gioca un ruolo importante nel verificarsi di un attacco convulsivodisposizione. È stato dimostrato che le persone i cui parenti hanno sofferto di convulsioni hanno un rischio molto elevato di tali convulsioni.

Quindi, in presenza di una certa predisposizione, suoni ritmici forti e luce intensa, in particolare lampi o lampi acuti, possono causare convulsioni. Di solito tali attacchi sono provocati dall'atmosfera dei locali notturni.

Anche l'agitazione eccessiva, condizioni di stress prolungate, disturbi elettrolitici e uso di droghe sono fattori provocatori.

Tipi di crisi

Crampi muscolari al polpaccio

Gli attacchi convulsivi sono generalizzati e parziali. Le crisi tonico-cloniche si verificano spontaneamente, a cominciare dalla perdita di coscienza, pupille dilatate. Nella fase degli spasmi tonici, che durano fino a un minuto, tutti i muscoli dello scheletro sono sovraestesi, gli occhi si alzano.

Segue un periodo di crisi cloniche della durata di circa 40 secondi, in cui le convulsioni dei muscoli scheletrici si alternano a periodi di rilassamento.


L'attacco di solito termina con un coma, che si trasforma in sonno o stordimento. Dopo un tale attacco convulsivo, la bocca di una persona produce schiuma mista a sangue.

Le crisi miocloniche si osservano principalmente nei bambini e negli adolescenti. L'attacco coinvolge tutti i muscoli scheletrici oppure i muscoli del viso e delle dita.

Le crisi parziali non causano perdita di coscienza. Le convulsioni cloniche singole sono caratteristiche e coinvolgono i muscoli dei piedi, delle mani o del viso nel processo patologico.

Le cause delle convulsioni dei muscoli del polpaccio, come tutte le crisi miocloniche, sono bassi livelli di calcio e la presenza di patologie concomitanti.

Quindi, ad esempio, il verificarsi di convulsioni in acqua fredda è associato a un forte restringimento dei vasi sanguigni, se esposto a basse temperature, e allo sforzo muscolare fisico. Molto spesso riunisce le gambe in acqua fredda nelle persone con patologie spinali e bassi livelli di calcio.

I dolorosi crampi notturni dei muscoli del polpaccio sono provocati dal passaggio da una posizione all'altra e le cause di uno spasmo così doloroso risiedono nella tensione spontanea dei muscoli delle gambe.

Per le donne, i crampi notturni dei muscoli del polpaccio sono caratteristici dello sviluppo delle vene varicose o con una carenza di calcio nel siero del sangue. Inoltre, i crampi ai muscoli del polpaccio che si verificano nelle donne prima di coricarsi durante la gravidanza possono essere causati da una violazione del metabolismo minerale.

Crampi muscolari al polpaccio

Vale a dire: se la dieta della futura mamma manca dei minerali necessari per lei e il bambino, o, a causa delle stranezze che si presentano durante la gravidanza, la donna rifiuta l'uno o l'altro gruppo di prodotti, c'è una carenza di minerali e oligoelementi. Inoltre, il vomito durante la gravidanza e l'assunzione impropria o incontrollata di diuretici per eliminare l'edema delle gambe comportano anche disidratazione, la cui conseguenza è una violazione del metabolismo minerale nel corpo. Tutto ciò porta a una carenza di potassio, calcio,magnesio e vitamina B6.

Trattamento

Il trattamento delle convulsioni non consiste nell'allenare i muscoli del polpaccio (anche se a volte è necessario), ma nell'eliminare la patologia che avvia l'insorgenza delle convulsioni nel tuo corpo.

Quindi, se questa è una violazione del metabolismo minerale, la dieta dovrebbe essere cambiata nella direzione di aumentare il consumo di minerali essenziali. Se la disidratazione e lo squilibrio degli elettroliti del sangue sono espressi da una condizione grave del paziente, la sostituzione degli elementi mancanti viene effettuata mediante infusione di farmaci speciali.

Con lo sviluppo delle vene varicose, è necessario trattare i vasi del letto venoso.

Un metodo così comune per eliminare le convulsioni, come la puntura con un ago, è abbastanza efficace, ma solo una persona addestrata dovrebbe eseguirlo. Devi sapere esattamente dove iniettare, come ed è imperativo disinfettare prima l'ago, altrimenti rischi di eliminare il crampo, ma iniettando un'infezione.

Per evitare la perdita di ioni potassio e magnesio, i diuretici vengono utilizzati solo con farmaci che sostituiscono la perdita di questi ioni, oppure il medico selezionerà per te mezzi delicati che non causano la perdita di questi oligoelementi.

Crampi muscolari al polpaccio

La prevenzione delle crisi è necessaria per prevenire il verificarsi di un'altra crisi. Il massaggio funziona bene perché riscalda tutti i muscoli, aumentando il flusso sanguigno in essi.

Gli esercizi in palestra aiutano a rafforzare i muscoli delle gambe. È necessario aggiungere verdure, latticini (ricotta, panna acida, kefir), frutta, farina d'avena alla dieta e, naturalmente, fegato.


Preparazioni speciali contenenti calcio e vitamina D, aumentano il livello di calcio nel sangue, riducono l'eccitabilità neuromuscolare e, di conseguenza, la prontezza convulsiva. Ma solo un medico dovrebbe prescrivere tali farmaci.

Se soffri di crampi notturni ai muscoli del polpaccio o attacchi convulsivi di altri muscoli, consulta immediatamente un neuropatologo, poiché potrebbe essere un sintomo di una grave patologia del corpo e ritardarne il trattamento può comportare gravi conseguenze.

Oltre a visitare il tuo medico, mangia bene, fai esercizio fisico e sii sano!

Come Curare (Rapidamente) i Crampi Muscolari alle Gambe

Messaggio precedente Dieta del vino: regole e dieta
Post successivo Radice cornuta